Migliore rom samsung S2 (lista migliori Rom)

Migliore Rom samsung S2 (lista migliori Rom)

Ecco a voi la lista della migliore Rom Samsung S2. In rete trovate il procedimento per cambiare la Rom del vostro Smartphone.

Migliore Rom samsung S2

Per chi ne possiede ancora uno di seguito vogliamo proporre quelle che noi riteniamo al momento le migliori rom cucinate per far rivivere il Galaxy S2.

Per lo scopo prenderemo in considerazione solo le rom basate su versioni Android che vanno da Lollipop in poi.

CyanogenMod 12.1

cyanogenmod

Per chi è alla ricerca di un buon livello di maturità suggeriamo la versione 12.1 basate sul sistema operativo Lollipop 5.1.1.

Lo sviluppo delle CyanogenMod 12.1 è ormai da ritenersi concluso e la potete trovare cliccando QUI.

CyanogenMod 13

ciannogen-galaxy-s2

Chi non vuole rinunciare ad avere l’ultima versione di Android disponibile, ossia Marshmallow, suggeriamo le CyanogenMod 13.

Per ora non esistono a ancora build “stable” ma soltanto nightly, la potete scaricare cliccando QUI.

SlimLP

slimlp-galaxy-s2

Le Slim Rom sono rom cucinate basate su codice AOSP molto apprezzate dagli utenti delle prime generazioni dei Galaxy.

Quella che vi suggeriamo è la SlimLP, evoluzione della più famosa SlimKat in quanto basata su Lollipop 5.1.1 La potete scaricare cliccando QUI.

In rete ne potete trovare altre tramite Google digitando “Rom Galaxy S2″.

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento oppure un like nella nostra pagina Facebook.

Come nascondere numero Samsung S6

Come nascondere numero Samsung S6

Vuoi nascondere un numero sul tuo Samsung? Bene allora leggi l’articolo e ti spiego come nascondere numero Samsung S6

nascondere numero Samsung S6

Attivare o disattivare la presentazione del proprio numero

Potete disattivare la presentazione del proprio numero, così che il vostro numero non appaia al ricevente quando eseguite una chiamata. Il vostro numero viene nascosto solo con le chiamate vocali, non quando inviate messaggi.

  1. Premete Telefono;
  2. Premete ALTRO;
  3. Premete Impostazioni;
  4. Premete Altre impostazioni;
  5. Attendete che vengano scaricate le impostazioni attuali;
  6. Premete Mostra mio ID chiamante;
  7. Premete Nascondi numero o Mostra numero;
  8. Premere il tasto Home per concludere l’operazione e tornare alla schermata principale.

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto oppure un like nella nostra pagina Facebook.

Gruppo Single Whatsapp (solo per veri single)

Gruppo Single Whatsapp

Gruppo Single Whatsapp – Sei single e vuoi conoscere nuove persone? Se anche tu usi Whatsapp allora sei nel posto giusto al momento giusto.

Gruppo Single Whatsapp

Cliccate QUI per entrare nel gruppo dei Single e per conoscere nuove persone.

Regolamento da rispettare

  1. Vietato insultare gli altri utenti del gruppo;
  2. Vietato contattare gli utenti in privato (senza aver chiesto l’autorizzazione al diretto interessato);
  3. Niente Razzismo e non si può parlare di politica;

Se vuoi diventare amministratore del gruppo contatta uno degli amministratori.

Diventeranno amministratori solo chi dimostra serietà e correttezza.

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

Sbloccare Bootloader LG G4 (guida dettagliata)

Sbloccare Bootloader LG G4

Non sai come sbloccare bootloader LG G4? Bè non preoccuparti ora ti spiego come poterlo fare.

Sbloccare Bootloader LG G4

Passo 1

Collegarsi al sito LG Developer, scorrere fino a fondo alla pagina cercando il file di avvio Sblocco Del Bootloader e scaricatelo.

Passo 2

Successivamente bisogna loggarsi sul sito fornendo il nostro indirizzo mail.

Passo 3

A questo punto digitate le 15 cifre del codice IMEI del vostro LG G4 digitando * # 06 #

Dopo aver trovato il codice IMEI va installata l’ultima versione di Android SDK sempre dal Sito e dovrete creare una nuova cartella per copiare i tre file al suo interno questi i file:

  • Adb.exe
  • AdbWinApi.dll
  • fastboot.exe

Passo 4

Ora abilitiamo l’USB Debugging e per poterlo fare andate su:

1. Impostazioni

2. Info sul telefono

3. Informazioni Software

A questo punto dovete toccare per 7 volte il build.

Ora tornate alla schermata precedente e selezionando la voce Opzioni sviluppatore abilitate l’USB Debugging.

Passo 5

Abilitare OEM in questo caso va attivata l’opzione Abilita OEM sblocco andando sulle Impostazioni – Developer – Abilità OEM di sblocco.

Passo 6

Occorre sapere l’ID del nostro LG G4. Per trovarlo bisogna collegare lo smartphone al PC attraverso il cavo USB. Nella finestra di comando DOS della cartella che avevate creato in precedenza va scritto: adb reboot bootloader. Si riavvierà lo smartphone in modalità fastboot. In questa modalità si genera una stringa – il codice ID appunto – che occorre per generare la chiave di sblocco.

Passo 7

A questo punto con il codice ID bisogna unire in un unica stringa eliminando il bootloader. Se IMEI e ID sono validi riceverete via mail la chiave di sblocco del bootloader.

Passo 8

Collegare l’LG G4 al PC e nella finestra di comando DOS scrivete: adb reboot bootloader per la modalità fastboot.

Passo 9

Accedere alla directory dove è stato scaricato il codice di sblocco del bootloader e immettere nella finestra di comando DOS fastboot flash unlock.bin. In unlock.bin inserite la chiave di sblocco.

Passo 10

Riavviare lo smartphone digitando nella finestra DOS fastboot reboot.

Passo 11

Collegare l’LG G4 al PC e inserire nella finestra di comando DOS: adb reboot bootloader.
Lo smartphone verrà riavviato in modalità fastboot digitate fastboot getvar unlocked. Risposta: unlocked: yes.

Vi ricordo che questa è una guida per persone che hanno un po di esperienza nel settore, se non vi sentite sicuri vi consiglio di farla fare da un tecnico specializzato.

Lo Staff di News Sat non si assume nessuna responsabilità riguardo a possibili danni che potrebbe arrecare al telefono.

Se la guida vi è piaciuta lascia un commento qui sotto oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

Gruppo WhatsApp Single Italia unisciti a noi

Gruppo WhatsApp Single Italia

Se anche tu sei in cerca dell’anima gemella o piu’ semplicemente vuoi fare nuove conoscenze allora unisciti al Gruppo WhatsApp Single Italia

Gruppo WhatsApp Single Italia

Clicca sul seguente Link ed entra a far parte del nostro Gruppo Online.

Regolamento

  1. Vietato insultare altri utenti;
  2. Vietato inserire foto per adulti;
  3. Si accettano solo profili veri;
  4. Vietato inserire il numero di cellulare pubblicamente ma solo in privato;
  5. Le persone che non rispettano il Regolamento prima vengono avvisate e poi rimosse dal gruppo.

Per eventuali proposte di collaborazione contattare gli amministratori del gruppo in privato.

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

5G Italia primi test tre città nel 2017

5G Italia primi test tre città nel 2017

5G Italia primi test tre città nel 2017 – L’annuncio del sottosegretario Giacomelli al Global 5G event in corso a Roma è in linea con la roadmap fissata dalla Ue.

5G Italia primi test tre città

“In Italia si terranno nel 2017 in tre città diverse le prime sperimentazioni su reti 5G, usando parte dello spettro”. Lo ha detto oggi il Sottosegretario alle Comunicazioni al Global 5G event in corso a Roma.

5G: primi test in Italia in banda 3.4-3.8 Ghz

Quel che è certo è che prima sperimentazione 5G non viaggerà sulla banda 700 bensì sulla banda 3.4-3.8 Ghz designata come “pioneer band” del 5G dal Radio Spectrum Policy Group.

Una sperimentazione, quella del 5G, che vedrà coinvolta Telecom Italia: “Stiamo valutando in questi giorni quale città del Nord scegliere per avviare la sperimentazione del 5G cosi’ da avere nel 2020 la prima citta’ coperta con la tecnologia 5G”.

La Commissione Ue ha fissato per il 2020 l’obiettivo di avere almeno una grande città per Stato membro coperta in 5G, per raggiungere la copertura di tutte le città e le vie di trasporto entro il 2025.

700 Mhz: gara non prima del 2020-2021

Per quanto riguarda i 700 Mhz, il sottosegretario Giacomelli ha detto oggi che “Non siamo in ritardo sulla Banda 700 e saremo perfettamente in linea con le decisioni dell’Ue.

Inoltre a novembre chiuderemo la risoluzione sulle interferenze delle frequenze con i Paesi confinanti”.

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

Huawei Mate 9: recensione del nuovo smartphone

Huawei Mate 9

Breve recensione del nuovo Huawei Mate 9.

Huawei Mate 9

Design

La scocca è in metallo, con inserti in plastica per le antenne, con la parte posteriore leggermente curvata per migliorare l’ergonomia che resta ottima nonostante sia uno smartphone con display da 5.9 pollici.

Non manca la possibilità di ridurre sia l’interfaccia che la tastiera per migliorare l’uso con una sola mano.

Sulla parte inferiore è presente la porta USB Type-C con supporto OTG e lo speaker di sistema.

Collaborazione tra Huawei e Leica

Mate 9 ha una doppia fotocamera posteriore di seconda generazione con stabilizzatore ottico e lenti Summarit asferiche. Il sensore RGB, quello inferiore, è da 12 megapixel con apertura f/2.2. Quello monocromatico ha un sensore dada 20 megapixel.

Sul retro troviamo anche il sensore biometrico molto rapido ed accurato nel riconoscimento delle impronte digitali.

Sulla parte anteriore è presente anche una fotocamera da 8 megapixel con messa a fuoco automatica ed apertura f/1.9

Sulla parte superiore c’è il jack audio da 3.5mm ed un sensore ad infrarossi che permette di utilizzare il device come telecomando tramite l’apposita applicazione preinstallata.

Caratteristiche

  • Dimensioni: 156.9×78.9×7.9mm
  • Peso: 190 grammi
  • Sistema Operativo: Android 7.0 + EMUI 5.0
  • Processore: Kirin 960 (4 x 2.4 GHz A73+ 4 x 1.8 GHz A53) + i6
  • GPU: Mali-G71 MP8
  • Memoria: 4GB RAM + 64GB ROM (espandibile)
  • Display: IPS 5.9″ FHD 1080p (1920 x 1080), 373ppi
  • Reti: 2G/3G ed LTE Cat.9
  • Connettività: Wi-Fi 2.4G/5G, 802.11a/b/g/n/ac, BT4.2, USB Type C, NFC
  • Fotocamera posteriore: 20MP Monochrome + 12MP RGB, F2.2, OIS, PDAF
  • Fotocamera anteriore: 8MP AF, F1.9
  • Sensori: Fingerprint, G-Sensor, giroscopio, bussola, luce ambientale, prossimità, hall sensor, barometro, IR
  • GPS: aGPS/Glonass/Galileo/BDS
  • Batteria: 4000mAh

Il Mate 9 è il primo smartphone di Huawei che integra il nuovo processore Kirin 960, un octa-core con quatto core Cortex-A73 da 2.4GHz e quattro core Cortex-A53 da 1.8GHz supportati da un coprocessore i6 e 4GB di memoria RAM LPDDR4.

Il display occupa circa il 77.5% della parte anteriore del Mate 9. Un rapporto decisamente elevato.

Il pannello utilizzato è un classico IPS LCD da 5.9 pollici di diagonale con risoluzione Full HD ed una densità di 373ppi.

Per maggiori informazioni vi invito a visitare il sito ufficiale.

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

Nba Live Mobile il Basket sul tuo Smartphone

Nba Live Mobile il Basket sul tuo Smartphone

Se il Basket è il tuo sport preferito e se ti piacciono i videogames allora Nba Live Mobile è l’app che fa per te.

nba live mobile

Scendi in campo nel nuovo EA SPORTS NBA LIVE Mobile. Crea la tua squadra, domina gli avversari in partite 5 contro 5 e resta connesso alla NBA con eventi Live per 365 giorni all’anno. Diventa protagonista e crea la tua dinastia nel gioco di pallacanestro più realistico e competitivo del mondo.

Guida la tua squadra

Prendi in mano la tua squadra, potenzia il roster, fai piovere canestri e scala le classifiche. Trasforma la tua franchigia preferita in una squadra di campioni con superstar NBA del passato e del presente. Apri i pacchetti, frequenta la Casa d’aste e diventa la squadra da battere.

Resta aggiornato sugli eventi Live

Vivi la pallacanestro definitiva e diventa il migliore di tutti i tempi Resta connesso alla NBA per tutto l’anno con nuove sfide giornaliere. Ottieni premi incredibili giocando i confronti della vita reale e sfida amici e avversari in Stagioni o Testa a testa. Affronta il parquet negli eventi Live per diventare un maestro della pallacanestro ogni giorno, in qualsiasi momento.

Questa app: richiede una connessione a Internet permanente (spese di rete a carico dell’utente);

L’app per Android la puoi scaricare cliccando QUI

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

Adidas Train e Run, l’app per tenersi in forma

Adidas Train e Run, l’app per tenersi in forma

Vuoi tenerti in forma? Bene allora Adidas Train e Run è l’applicazione che fa per te.

Adidas Train e Run

Caratteristiche di Train e Run

Train and Run comprende centinaia di piani di allenamento gratuiti ideati dai migliori coach adidas, per aiutarti a perdere peso, modellare e tonificare i muscoli, aumentare la forza e migliorare la flessibilità.

I piani di allenamento gratuiti ti insegnano come correre al meglio e possono essere utilizzati come preparazione per gare dai 5 km alla maratona.

Utilizza il GPS per registrare percorso, ritmo e distanza. Connetti un monitor di frequenza cardiaca compatibile con Bluetooth Smart per analizzare i dati cardio. Utilizza adidas SPEED_CELL per registrare in modo preciso i dati su ritmo e distanza. Compatibile con le istruzioni di allenamento e il monitor di frequenza cardiaca da polso adidas FIT SMART. Condividi i tuoi allenamenti su Facebook, Twitter, Google Fit, Strava e molte altre piattaforme.

Train e Run disponibile su Play Store & Apple Store

Per scaricare la versione Android clicca QUI

Per scaricare la versione Apple clicca QUI

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento qui sotto oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

Pulire lo SmartPhone con uno stuzzicadenti

Pulire lo SmartPhone con uno stuzzicadenti

Guida per pulire lo smartphone con uno stuzzicadenti.

Pulire lo SmartPhone con uno stuzzicadenti

Guida per pulire uno Smartphone

Se il tuo cellulare non si carica come dovrebbe il problema potrebbe anche riguardare la sporcizia che si è accumulata nelle porte del dispositivo o al suo interno.

  1. Prima di dare la colpa al cavo, al telefono o alla batteria, è consigliato controllare le porte del dispositivo;
  2. Prendi uno stuzzicadente e rimuovi delicatamente la polvere presente nelle porte del telefono o al suo interno;
  3. Dopo aver fatto la pulizia collegate il caricabatterie e provate a vedere se funziona correttamente;
  4. Se non funziona ancora provate a pulire utilizzando una bomboletta di aria compressa (ma fate molta attenzione).

Se anche in questo modo non funziona significa che il problema non riguarda la polvere e vi consiglio di farlo controllare da un tecnico.

Se la guida ti è piaciuta lascia un commento sotto oppure un like nella nostra pagina di Facebook.

1 4 5 6 7